Donne alla ribalta. Festival di teatri di figura al femminile

Donne alla ribalta. Festival di teatri di figura al femminile

DONNE ALLA RIBALTA. FESTIVAL DI TEATRO DI FIGURA AL FEMMINILE

 Piazza dei Colori- Bologna

Dal 4 al 7 luglio

 La rassegna Donne alla ribalta, dedicata alle donne burattinaie tra passato e presente, si terrà dal 4 al 7 luglio a Piazza dei Colori e vedrà l’alternarsi di spettacoli di pupazzi, burattini, ombre e teatro d’oggetti accomunati dal legame con l’universo femminile e portati in scena da compagnie di marionettiste.

Il Festival di teatro di figura al femminile, curato dall’Associazione Teatrino a due Pollici, con il contributo di Bologna Estate e patrocinato dal Quartiere San Vitale, vuole essere l’occasione per riconsiderare l’importante contributo che le donne hanno dato a questa forma di teatro, sia nelle sue espressioni più tradizionali che nell’introduzione di nuove forme drammaturgiche.

Gli spettacoli in programma, tutte opere originali, saranno l’occasione per mostrare al pubblico il contributo che le marionettiste continuano a dare alla conservazione e innovazione di questa forma teatrale.

Il convegno, che aprirà la manifestazione, intende mettere in luce le trasformazioni che hanno interessato il ruolo della donna all’interno delle compagnie di burattini. Il profilo delle più importanti burattinaie del secolo scorso sarà delineato attraverso testimonianze documentarie (video di spettacoli, interviste, foto di scena) e quando possibile tramite l’intervento diretto delle protagoniste dei casotti tradizionali e di coloro che hanno lavorato al loro fianco.

A parlarci della realtà attuale saranno, poi, le burattinaie attive nella nostra regione, che con l’aiuto dei loro pupazzi, burattini e marionette ci mostreranno il loro percorso artistico.

Le compagnie coinvolte negli spettacoli serali, come Officine Duende, Carla Carucci, Nasinsù, Teatrino di Mangiafuoco, sono state scelte per la diversità nell’utilizzo delle tecniche di animazione, per le differenti soluzioni sceniche adottate, per l’originalità e l’ironia con la quale affrontano le questioni femminili: la maternità, le incombenze domestiche, la ricerca di stabilità affettiva, il rapporto col proprio corpo.

Il pubblico avrà così la possibilità di scoprire la varietà che caratterizza il mondo del teatro di animazione assistendo a spettacoli itineranti, oggetti d’uso quotidiano che si animano e diventano personaggi, pupazzi a grandezza naturale che vivono sotto ad un tendone da circo, un vecchio carro che diventa un teatrino per teste di legno.

relazione-rassegna-donne-alla-ribalta donne-alla-ribalta-programma

1ca50ebe34f71b899dc09fce523ef880 3bb79a78b7bed9a8faf4bca39cc52540