Laboratorio di burattini in Piazza dei Colori

Laboratorio di burattini in Piazza dei Colori

Rici-Carta- Laboratori di riciclo

Rici-Carta- Laboratori di riciclo

Laboratorio sulla lavorazione della carta riciclata

Con semplici gesti e un telaio di legno ogni bambino  realizzerà un foglio di carta personalizzato, mescolando alla carta di giornale macerata, altri ingredienti magici come foglie, semi, paglia, fili, coriandoli.

Il laboratorio è preceduto dallo spettacolo L’uomo Mangiacarta  che ci farà riflettere sull’importanza di ridurre i consumi di carta anche se riciclata.

Oggettivamente- Laboratori di riciclo

Oggettivamente- Laboratori di riciclo

Laboratorio sulla drammatizzazione di storie con oggetti d’uso quotidiano

Il laboratorio si propone di esplorare le caratteristiche materiali e simboliche degli oggetti e di scoprirne, sotto forma di gioco, la portata teatrale e drammaturgica.

Il teatro di oggetti trasforma le cose che accompagnano la nostra quotidianità in personaggi, scenografie e azioni, dando vita a nuove storie o rivisitando quelle note.

Il riutilizzo degli oggetti permette anche una riflessione sull’importanza del riciclo e della trasformazione di ciò che ci circonda in qualcosa di nuovo e creativo.

Laboratori pupazzi- Pupazzi da Slegare

Laboratori pupazzi- Pupazzi da Slegare

Laboratorio sulla costruzione di pupazzi in gommapiuma e stoffa

Questo materiale molto usato nel teatro di figura a partire dalla metà del ‘900 ha dato vita a nuove forme di pupazzi e a particolari tecniche di animazione come quella dei pupazzi con bocca mobile animati a vista, i famosi Muppets di Henson , le figure giganti usate nel teatro di strada come quelle del Bread and Puppet ecc.

Vista la versatilità di questo materiale e la facilità con la quale si può scolpire (gommapiuma in blocchi) o modellare (gommapiuma in fogli) è importante che un burattinaio impari ad usarla, poiché potrebbe esser utile per costruire delle figure leggere e di grandi dimensioni, degli oggetti di scena o dei particolari personaggi che aprano e chiudano la bocca.

Laboratorio burattini- Il Segreto di Pulcinella

Laboratorio burattini- Il Segreto di Pulcinella

Laboratorio sulla costruzione di burattini giocattolo

Questo tipo di burattino a bastone deriva da un antico giocattolo un tempo molto diffuso a Napoli.

Soprattutto durante il carnevale giravano per le strade degli ambulanti che vendevano queste figure di Pulcinella, dette cuoppi, termine che in dialetto significa “cartoccio”.

Infatti, il cono di cartone che fa da corpo-teatrino al burattino ricorda quello dei venditori che in questi cartocci di carta servivano alcuni alimenti come la frutta, le castagne, le granaglie, i dolciumi .

Per la realizzazione di questo burattino si utilizzeranno materiali e procedimenti semplici: un cono di cartone farà da sostegno al corpo in stoffa del personaggio, con un sughero dipinto o una pallina di legno dipinti se ne otterrà la testa, mentre un bastoncino di legno permetterà di sostenere e muovere il burattino e di farlo comparire e scomparire all’interno del cono.

Coni per tutti i gusti LABORATORIO DI COSTRUZIONE DEI BURATTINI A CONO

Coni per tutti i gusti LABORATORIO DI COSTRUZIONE DEI BURATTINI A CONO

Laboratorio sulla costruzione del burattino a cono

Il burattino a cono, grazie alla semplicità di realizzazione e manipolazione, si rivela uno strumento utile per lo sviluppo della manualità e della creatività del bambino.

Una volta creato un personaggio verrà naturale usarlo per inventare piccole scenette, per dare voce alla fantasia e al proprio mondo interiore.

Animali da Compagnia- laboraotorio sulla costruzione di pupazzi

Animali da Compagnia- laboraotorio sulla costruzione di pupazzi

Laboratorio sulla costruzione di pupazzi con materiali di recupero

Il laboratorio è dedicato alla costruzione e all’animazione di animali con bocca mobile.

La loro realizzazione prevede l’uso di materiali semplici e di procedimenti tecnici piuttosto veloci.

Si tratta infatti di modellare, su una base di cartone a forma di ciabatta, la carta di giornale stropicciata in modo da creare i volumi e definire la forma del muso dell’animale.

La carta, fissata con piccoli pezzi di scotch carta, sarà alla fine rivestita con ritagli di giornale e colla di farina.

Una volta asciugata, la testa del’animale verrà dipinta con gli acrilici e decorata con l’aggiunta di bottoni, pezzi di pelle colorata, pelliccia sintetica ecc.

Il corpo non sarà altro che un pezzo di stoffa a forma di cilindro nel quale si infilerà il braccio durante l’animazione.

A questo punto il nostro animale è pronto per giocare con noi e tenerci compagnia.

Ombre della Ribalta- Laboratori teatro ombre

Ombre della Ribalta- Laboratori teatro ombre

Laboratorio sul teatro delle ombre

Nel teatro delle ombre la materia viene esplorata in base  alle sue proprietà rispetto ad una fonte di luce (opacità, trasparenza, colore etc.), al fine di creare un linguaggio visivo fatto di proprie regole e convenzioni.

Le dimensioni delle sagome (o del corpo) possono ad esempio indicare la posizione di una figura nello spazio (vicino o lontano), stabilire le sue proporzioni fisiche (piantina o albero secolare, piccola barca o nave da crociera etc.) e la sua statura (bambino o adulto), suggerire un cambio di “inquadratura” (figura intera o dettaglio, primo piano di un volto o di un oggetto etc.), e inoltre connotare positivamente o negativamente un personaggio (un mostro, un orco, saranno probabilmente di proporzioni gigantesche).

Con mezzi semplici come una lampada, uno schermo, delle sagome e degli oggetti, si può dunque dar vita a figure suggestive capaci di muoversi, parlare e trasformarsi. I bambini vengono guidati nella realizzazione delle sagome di cartone e nell’utilizzo di forme e materiali capaci di  interagire con la fonte di luce (plastica colorata, oggetti traforati, pizzi, vetrini), allo scopo di creare brevi messe in scena drammatizzare piccole storie.

Mani in Alto! Costruzione burattini a guanto

Mani in Alto! Costruzione burattini a guanto

Costruzione burattini a guanto

Il burattino a guanto è capace di una straordinaria immediatezza espressiva.

Il corpo di stoffa che viene appunto indossato come fosse un guanto dalla mano dell’animatore, acquista vita grazie a semplici ma accurati  movimenti.

Per realizzare la testa, elemento che caratterizza il personaggio sia fisicamente che caratterialmente, si possono utilizzare varie tecniche di modellazione come quella della pasta di legno ( colla e segatura) o quella più semplice della carta di giornale, nastro adesivo e carta paglia.

Durante il laboratorio i partecipanti realizzeranno un loro burattino e apprenderanno la grammatica base dell’animazione per dare vita a brevi storie.

Rompiamo le Scatole! Laboratorio di figure animate

Rompiamo le Scatole! Laboratorio di figure animate

Laboratorio di costruzione di figure animate con materiali riciclati

Attraverso il recupero, la trasformazione e l’assemblaggio di materiali di scarto (scatole di cartone, vecchie riviste, giornali, sacchetti colorati, contenitori, tappi e altro) i bambini saranno stimolati ad usare la loro creatività e fantasia per creare pupazzi, burattini, maschere e oggetti animati.

Oltre a sviluppare le loro capacità manuali i bambini scopriranno come si può dare nuova vita a materiali che ogni giorno gettiamo nella spazzatura.