LABORATORI DI COSTRUZIONE E ANIMAZIONE PER ADULTI E BAMBINI

La fantasia incontra i saperi artigianali

SPETTACOLI PER BAMBINI DI TEATRO DI FIGURA

Burattini, Marionette, Ombre e Pupazzi

Teatro di burattini

Spettacoli di burattini per bambini

LABORATORI PER BAMBINI

I nostri laboratori, dedicati alle diverse tecniche del teatro di figura, consentiranno a bambini e adulti di entrare a diretto contatto con i segreti del burattinaio e di avvicinarsi da protagonisti a quel mondo che tanto affascina il loro immaginario.

I partecipanti avranno l’occasione di appropriarsi, in un’atmosfera ludica, di diverse abilità manuali costruendo con le loro mani piccoli teatrini, burattini, sagome, marionette e oggetti animati e di sperimentare forme di comunicazione non verbale attraverso l’animazione delle figure realizzate.

 

L’ORSO CHE NON C’ERA
CHI E’ BELLA?
U topi A
Burattini sotto l’albero- Rassegna di spettacoli di teatro di figura
Il Buco delle Emozioni
La Gallinella Rossa
Cinque Terribili suonati! spettacolo per pupazzi musicali e teatro d’ombre
Feste di compleanno con i burattini
L’uomo Mangiacarta- Spettacoli di carta e cartone
Rassegna teatro di figura- spettacoli e laboratori
L’uomo Mangia-carta Laboratori per bambini
Donne alla ribalta. Festival di teatri di figura al femminile
Atelier-Teatrino di burattini di Piazza dei Colori a Bologna
Spettacolo di sabbia- ombre “L’anatra e la morte”.
Le Marionette in Gamba- Animazione compleanni
La Triciclo-teca. Biblioteca a pedali
Condomini animati. Spettacoli per bambini in cortili, giardini, tetti e palazzi
Spettacolo di pupazzi- Muppet- La zuppa di Sasso
L’Anatra e la morte- Disegni di sabbia
Laboratori per bambini- Per fare tutto…ci vuole l’albero. Gli alberi tra natura, arte e teatro
LABORATORI DI COSTRUZIONE E ANIMAZIONE PER ADULTI E BAMBINI
gallery_01
SPETTACOLI PER BAMBINI DI TEATRO DI FIGURA
Teatro di burattini
Laboratorio di burattini in Piazza dei Colori
Rici-Carta- Laboratori di riciclo
Oggettivamente- Laboratori di riciclo
Laboratori pupazzi- Pupazzi da Slegare
Laboratorio burattini- Il Segreto di Pulcinella
Coni per tutti i gusti LABORATORIO DI COSTRUZIONE DEI BURATTINI A CONO
Animali da Compagnia- laboraotorio sulla costruzione di pupazzi
Ombre della Ribalta- Laboratori teatro ombre
Mani in Alto! Costruzione burattini a guanto
Rompiamo le Scatole! Laboratorio di figure animate
Fiabe alla Rovescia- Laboratori teatrini e pop-up
Oggetti scordati- Laboratori stumenti musicali
Favole di Carta- Laboratorio su teatro di carta
Burattini a guanto e ombre- Vita, Sogni e Miracoli del Signor P
Un Triciclo carico di Teste di Legno- Animazione da strada
Pulcinella e Il Posto Privato- Spettaocolo di burattini
Pulcinella e Il Cane- Spettacolo per bambini
Pinocchio senza stivali e il Grillo Danzante- Spettacolo di marionette
Milli, una Mucca al circo.. Teatro di ombre
Marionette in Gamba
La Zuppa di Sasso- Speattacolo di muppet
Storie per teatrino a bretelle. I tre consigli
“Lupus in Fabula”- Teatro di carta
L’ORSO CHE NON C’ERA

L’ORSO CHE NON C’ERA

Lo spettacolo è liberamente ispirato al libro “l’orso che non c’era” di Oren Lavie e Wolf Erlbruch.

La figura dell’orso, più di quella di ogni altro animale, è utilizzata dagli uomini per raccontare miti e leggende .Questo animale, simpatico e feroce, familiare e primitivo continua ad esercitare una forte attrazione in quanto si presta bene a sostituire l’essere umano nelle narrazioni per bambini .

Il nostro protagonista compie un viaggio alla ricerca della propria identità, e ad ogni tappa si pone le grandi domande della vita, con tenera semplicità.   Vagando nella fantastica foresta, alla scoperta delle molteplici sfumature del silenzio, incontra un topo pensatore, un vecchio amico coniglio e una volpe saccente, che lo conducono al segreto delle cose non dette.

Una volta raggiunta la sua tana e incontrata la sua immagine riflessa l’orso si definisce felice, ma invece di essere finalmente al sicuro dovrà affrontare varie minacce provenienti dall’esterno e volte a snaturare la sua immagine e le sue abitudini.

Riuscirà il nostro orso a rimanere se stesso anche se apparentemente dovrà mutare aspetto?

CHI E’ BELLA?

CHI E’ BELLA?

Una strega di nome Bella, un orco puzzolente e quattro animaletti del bosco sono i protagonisti di questa storia che ci fa riflettere su come sia soggettiva la bellezza.

La povera strega proverà ad usare tutti i suoi poteri per correggere i suoi “difetti”: la gobba, il naso a patata e il mento sporgente e apparire migliore agli occhi dell’orco.

Ma basteranno i colpi di bacchetta magica a far diventare la strega bella di nome e di fatto? chissà se il suo pretendente apprezzerà il suo nuovo aspetto o sarà talmente deluso da non riconoscerla.

Uno spettacolo che utilizza il linguaggio mimico e comunicativo dei burattini a guanto per divertire anche i più piccoli con effetti a sorpresa e disavventure comiche.

Durata: 55 minuti

Età: dai 3 anni

Tecnica: burattini a guanto con gambe

Fonti: Liberamente ispirato al libro di Canizales “Bella”

Necessità tecniche: attacco di corrente, spazio in piano di almeno 2×2 metri

U topi A

U topi A

Le parole che raccontano il mondo non sono quasi mai neutre e descrittive, ma servono a costruirlo, a colorarlo di emozioni e riempirlo di giudizi e di pregiudizi.

Termini come extracomunitario, immigrato, clandestino e perfino straniero, all’apparenza privi di connotazioni negative, si sono caricati strada facendo di sentimenti legati alla paura, alla diffidenza, al sospetto e all’esclusione.

All’interno di uno spazio intimo, simile alle camere oscure dei fotografi ambulanti, uno spettatore alla volta potrà sbirciare dentro la scatola-teatro e scoprire un mondo diverso, dove le parole assumono significati positivi e anche le esperienze più difficili, come il migrare, diventano momenti di speranza e fiducia nel futuro.

I protagonisti di questo viaggio sono due piccole marionette, uno zio e un nipote, con le sembianze metà umane e metà da topo, riflesso di quell’ambivalenza e spersonalizzazione con cui guardiamo coloro che vengono da lontano.

Durata: 4 minuti a replica

Tecnica: marionette a filo e scenografie a manovella

Testo : ispirato al racconto di Alessandro Ghebreigziabiher “il futuro dei miei”

Voce narrante: Elena Vanni

Manipolazione, ideazione : Valentina Paolini

Costruzione scenografie e teatrino: Valentina Paolini e Giovanni Dispenza

Burattini sotto l’albero- Rassegna di spettacoli di teatro di figura

Burattini sotto l’albero- Rassegna di spettacoli di teatro di figura

Nella magica e coloratissima atmosfera dell’Atelier del Teatrino a due Pollici vi proponiamo un calendario di spettacoli dedicati alle diverse forme del teatro di figura. Marionette, pupazzi, sagome di carta e burattini a guanto vi racconteranno storie legate alle favole tradizionali e alla letteratura per l’infanzia.

Nel laboratorio della compagnia avrete anche modo di conoscere le tecniche artigianali usate per la costruzione dei pupazzi e la lavorazione del legno e di godervi uno spettacoli in compagnia di tantissime figure animate.

PROGRAMMA

29 Novembre ore 17-18,30

Piazza dei Colori-Mercato contadino Campi Aperti

I consigli di Re Salomone: Spettacolo per marionette e teatrino a bretelle.

2 Dicembre ore 16,30

Piazza dei Colori 23 a

Pinocchio senza stivali: Spettacolo di pupi e narrazione

14 Dicembre ore 17,00

Piazza dei Colori 23 a

Babbo natale burattino: Laboratorio di burattini

 

23 Dicembre ore 11,00

Piazza dei Colori 23 a

La zuppa di sasso: spettacolo di pupazzi

 

29 Dicembre ore 16,30

Piazza dei Colori 23 a

La strega è Bella?: spettacolo di burattini

 

3 Gennaio ore 16,30

Piazza dei Colori 23 a

Pulcinella e il cane: spettacolo di burattini

 

E’ richiesta la prenotazione al 3280379986 (anche via sms o wathsApp) o via mail a teatrinoaduepollici@gmail.com

INGRESSO A PAGAMENTO (5 EURO) CON TESSERA DELL’ASSOCIAZIONE TEATRINO A DUE POLLICI ( 3 EURO)

 

 

 

 

Il Buco delle Emozioni

Il Buco delle Emozioni

 

Lo spettacolo, interamente realizzato con carta e cartone, prende ispirazione dal libro “il Buco” di Anna Llenas.

L’idea dello smarrimento e del vuoto, che  improvvisamente interrompono la felicità della protagonista, viene resa attraverso una scatolone bucato che contiene tutte le emozioni brutte e spaventose della bambina.

Invano, Giulia cercherà di chiuderlo con tappi che assumono l’aspetto di oggetti di ogni sorta.

Spossata dagli inutili tentativi, quando ormai sembra arrendersi all’idea di convivere con quel buco nella pancia, capisce che l’unico modo per comprenderlo è quello di cercare dentro di sé.

La marionetta si calerà coraggiosamente nello scatolone per esplorarlo dall’interno e solo così potrà farvi uscire immagini meravigliose, colori, suoni, sogni e visioni.

Solo a quel punto scoprirà che non è la sola ad avere un piccolo foro grazie al quale mettere in connessione il proprio mondo interiore con la realtà esterna.

Da quel momento non rinuncerà mai ad entrare ed uscire dal suo magico antro.

il buco delle emozioni

La Gallinella Rossa

La Gallinella Rossa

C’era una volta una gallinella rossa che viveva in una fattoria con i suoi pulcini, un cane fannullone, un gatto dormiglione e un’anatra festaiola.
Un giorno la gallinella rossa stava razzolando alla ricerca di cibo, quando trovò dei chicchi di grano. Così le venne in mente un’idea…

 

Lo spettacolo realizzato con una valigia e delle sagome in legno, si ispira alla celebre novella popolare di origine anglosassone.

Attraverso la figura della gallina, anticonformista e intraprendente,  vengono messi in risalto aspetti come l’amicizia, la collaborazione e l’importanza del lavoro manuale per soddisfare bisogni e desideri.

Una storia semplice che invita  grandi e piccini a osservare e sfruttare i doni della natura grazie all’ingegno e alla costanza.

la gallinella rossa

 

Cinque Terribili suonati! spettacolo per pupazzi musicali e teatro d’ombre

Cinque Terribili suonati! spettacolo per pupazzi musicali e teatro d’ombre

 

Cinque terribili suonati

Spettacolo per pupazzi musicali e teatro d’ombre

E’ del tutto irrilevante cosa pensano gli altri.

Se dicono che siamo brutti o se dicono che siamo belli.

Ciò che conta è quello che si fa!

 Cosa succederebbe se cinque animali, considerati da tutti, brutti e schifosi, si trovassero sotto ad un ponte a parlare della ripugnanza che suscitano e dell’emarginazione che li accomuna?

Cosa potrebbe riscattarli da questo triste destino, che li fa vivere isolati e fuori da ogni tessuto sociale?Lo spettacolo, realizzato con pupazzi, ombre e marionette a filo mette al centro il tema della diversità e affida alla musica, intesa come veicolo per esprimere la propria bellezza interiore, la capacità di invertire le sorti dei terribili cinque.

La rilettura del libro di Wolf Erlbruch I terribili 5, mescolata alle vicende che hanno segnato la storia del Jazz delle origini si fondono per creare uno spettacolo sull’importanza dell’arte  e della musica in particolare come strumento di riscatto per chi vive il peso di pregiudizi e discriminazioni.

 

terribili 5

Feste di compleanno con i burattini

Feste di compleanno con i burattini

I burattini del Teatrino a due Pollici sono pronti ad uscire dalle loro valigie di cartone per animare le vostre feste private e compleanni.

Le nostre proposte spaziano dai burattini a guanto tradizionali, alle sagome di carta, fino alle marionette in legno.

In base all’età dei bambini e al contesto in cui organizzate la vostra festa possiamo proporvi diverse soluzioni: spettacoli di burattini, pupi, sagome, narrazioni con figure, laboratori di costruzione o di animazione, intermezzi musicali con marionette ballerine.

Non esitate a contattarci!

 

L’uomo Mangiacarta- Spettacoli di carta e cartone

L’uomo Mangiacarta- Spettacoli di carta e cartone

 

All’interno di un teatrino di carta  e cartone popolato da sagome dipinte e animato da colorati fondali scorrevoli viene raccontata la storia dell’uomo di carta, che in maniera poetica e ironica cerca di far riflettere grandi e piccini sull’importanza degli alberi e sulla necessità di ridurre gli sprechi di carta, per contribuire alla salvaguardia dell’ ambiente in cui viviamo.

 

 

Rassegna teatro di figura- spettacoli e laboratori

Rassegna teatro di figura- spettacoli e laboratori

Spettacoli  e laboratori di burattini, marionette e sagome

29 gennaio-4 febbraio-12 febbraio

dalle ore 11,00 alle 12,30

Teatrino-Atelier di Piazza dei Colori 23 a

Domenica 29 gennaio ore 11

Pinocchio senza stivali e il grillo danzante : Spettacolo di marionette, musica e narrazione

Domenica 4 febbraio ore 11

Il buco: Spettacolo e laboratorio di teatro di carta

Domenica 12 febbraio ore11

Milli una mucca al circo: Spettacolo di teatro d’ombre

Ingresso a offerta libera

E’ richiesta la tessera dell’Associazione Teatrino a due Pollici (costo 3 euro)

L’uomo Mangia-carta Laboratori per bambini

L’uomo Mangia-carta Laboratori per bambini

L’uomo Mangia-Carta@Villa Spada

Donne alla ribalta. Festival di teatri di figura al femminile

Donne alla ribalta. Festival di teatri di figura al femminile

DONNE ALLA RIBALTA. FESTIVAL DI TEATRO DI FIGURA AL FEMMINILE

 Piazza dei Colori- Bologna

Dal 4 al 7 luglio

 La rassegna Donne alla ribalta, dedicata alle donne burattinaie tra passato e presente, si terrà dal 4 al 7 luglio a Piazza dei Colori e vedrà l’alternarsi di spettacoli di pupazzi, burattini, ombre e teatro d’oggetti accomunati dal legame con l’universo femminile e portati in scena da compagnie di marionettiste.

Il Festival di teatro di figura al femminile, curato dall’Associazione Teatrino a due Pollici, con il contributo di Bologna Estate e patrocinato dal Quartiere San Vitale, vuole essere l’occasione per riconsiderare l’importante contributo che le donne hanno dato a questa forma di teatro, sia nelle sue espressioni più tradizionali che nell’introduzione di nuove forme drammaturgiche.

Gli spettacoli in programma, tutte opere originali, saranno l’occasione per mostrare al pubblico il contributo che le marionettiste continuano a dare alla conservazione e innovazione di questa forma teatrale.

Il convegno, che aprirà la manifestazione, intende mettere in luce le trasformazioni che hanno interessato il ruolo della donna all’interno delle compagnie di burattini. Il profilo delle più importanti burattinaie del secolo scorso sarà delineato attraverso testimonianze documentarie (video di spettacoli, interviste, foto di scena) e quando possibile tramite l’intervento diretto delle protagoniste dei casotti tradizionali e di coloro che hanno lavorato al loro fianco.

A parlarci della realtà attuale saranno, poi, le burattinaie attive nella nostra regione, che con l’aiuto dei loro pupazzi, burattini e marionette ci mostreranno il loro percorso artistico.

Le compagnie coinvolte negli spettacoli serali, come Officine Duende, Carla Carucci, Nasinsù, Teatrino di Mangiafuoco, sono state scelte per la diversità nell’utilizzo delle tecniche di animazione, per le differenti soluzioni sceniche adottate, per l’originalità e l’ironia con la quale affrontano le questioni femminili: la maternità, le incombenze domestiche, la ricerca di stabilità affettiva, il rapporto col proprio corpo.

Il pubblico avrà così la possibilità di scoprire la varietà che caratterizza il mondo del teatro di animazione assistendo a spettacoli itineranti, oggetti d’uso quotidiano che si animano e diventano personaggi, pupazzi a grandezza naturale che vivono sotto ad un tendone da circo, un vecchio carro che diventa un teatrino per teste di legno.

relazione-rassegna-donne-alla-ribalta donne-alla-ribalta-programma

1ca50ebe34f71b899dc09fce523ef880 3bb79a78b7bed9a8faf4bca39cc52540

Atelier-Teatrino di burattini di Piazza dei Colori a Bologna

Atelier-Teatrino di burattini di Piazza dei Colori a Bologna

Spettacolo di sabbia- ombre “L’anatra e la morte”.

Spettacolo di sabbia- ombre “L’anatra e la morte”.

Le Marionette in Gamba- Animazione compleanni

Le Marionette in Gamba- Animazione compleanni

La Triciclo-teca. Biblioteca a pedali

La Triciclo-teca. Biblioteca a pedali

La Triciclo-teca è una biblioteca itinerante a pedali, nata dal desiderio di portare i libri in mezzo alla gente, nei parchi, nelle strade e nelle scuole, per diffondere e condividere il piacere della lettura.

Attraverso la presentazione la lettura ad alta voce, gli spettacoli e i laboratori i giovani lettori potranno scoprire apprezzare albi illustrati, storie e autori nuovi.

Oltre a poter sfogliare i libri nascosti nella pancia di un grande lupo in carta pesta, è  possibile anche prenderli in prestito, grazie alla collaborazione con le Biblioteche cittadine.

Ogni uscita della biblioteca ambulante è dedicata ad un tema specifico, approfondito sia attraverso le proposte bibliografiche che tramite la drammatizzazione di alcuni titoli.

 

 

Condomini animati. Spettacoli per bambini in cortili, giardini, tetti e palazzi

Condomini animati. Spettacoli per bambini in cortili, giardini, tetti e palazzi

CONDOMINI ANIMATI

Spettacoli, laboratori e concerti in cortili, circoli, palazzi e giardini

2 FEBBRAIO- 24 MARZO-Quartiere San Donato- Bologna

Con il sostegno e il patrocinio del Quartiere San Donato e la collaborazione di Acer

La rassegna itinerante “Condomini Animati”, ideata dalle Associazioni Oltre… e Teatrino a due Pollici  porterà il teatro e la musica in alcuni importanti luoghi di ritrovo e socialità del Quartiere San Donato, come il Centro Interculturale M. Zonarelli, il circolo Arci Guernelli, la Mediateca Meridiana e il B.U.C.O, ma si spingerà anche in contesti inusuali come i cortili e le sale dei condomini della zona compresa tra via Pezzana e via Gandusio, in modo da coinvolgere un pubblico diverso, fatto di familiari, vicini di casa, parenti, conoscenti, colleghi e compagni di classe.

Il pubblico avrà così la possibilità di scoprire la varietà che caratterizza il mondo del teatro di figura assistendo a spettacoli di burattini, marionette, ombre e teatro di carta e di partecipare a laboratori pratici in cui costruire con le proprie mani giocattoli, pupazzi e oggetti animati, grazie al recupero e la trasformazione di materiali di scarto.

Il Festival si aprirà  sabato 2 febbraio con lo spettacolo di guarattelle napoletane, Pulcinella e il cane, a cura del Teatrino a due Pollici e proseguirà con iniziative a partecipazione gratuita, che interesseranno i prossimi week-end, fino al mese di marzo.

Il 24 marzo, a conclusione della manifestazione, un momento di festa con la Piccola parata che attraverserà le vie del Quartiere per confluire al B.u.c.o in via Zago 11, con il concerto di musica da ballo dell’Orchestrina La tresca.

 

 

 

 

 

 

 

 

Spettacolo di pupazzi- Muppet- La zuppa di Sasso

Spettacolo di pupazzi- Muppet- La zuppa di Sasso

L’Anatra e la morte- Disegni di sabbia

L’Anatra e la morte- Disegni di sabbia

Lo spettacolo, liberamente ispirato al libro di Wolf Erlbruch, “L’anatra, la morte e il tulipano”, tratta con leggerezza e poesia le grandi questioni della vita e della morte, attraverso lo sguardo di un animale semplice e apparentemente marginale come un’anatra.

Grazie alla fusione del linguaggio dei burattini a guanto con quello della sand art, la storia viene raccontata seguendo due livelli narrativi, il primo è quello della realtà, dello scorrere del tempo e del passaggio dalla vita alla morte, il secondo, reso con i disegni di sabbia, evoca il mistero che c’è dietro alle cose, le paure, i pensieri, il mondo immateriale e l’aldilà.

Tutta la storia è incentrata sulla presa di coscienza da parte dell’anatra della sua morte che da ombra immateriale diventa prima figura tangibile e premuroso un angelo custode poi compagna dell’ultimo viaggio.

Il mistero della nascita e della morte si fondono nelle ultime parole dell’anatra, come a sottolineare che la morte fa parte della nostra esistenza fin dal momento in cui veniamo al mondo e la consapevolezza di questo aiuta a sentirci meno soli e ad esorcizzare anche le paure più grandi.

Durata: 60′ circa

Età consigliata: dai 5 anni

https://youtu.be/FSsjz0GNkfk

scheda-anatra-foto

Laboratori per bambini- Per fare tutto…ci vuole l’albero. Gli alberi tra natura, arte e teatro

Laboratori per bambini- Per fare tutto…ci vuole l’albero. Gli alberi tra natura, arte e teatro

Il progetto Per fare tutto….ci vuole l’albero nasce dalla volontà di avvicinare i bambini che vivono in contesti urbani al mondo naturale che li circonda, stimolando la conoscenza, l’osservazione e la frequentazione degli alberi, in quanto protagonisti fondamentali dell’ecosistema urbano.

Il percorso che proponiamo cercherà di sensibilizzare lo sguardo dei partecipanti e di risvegliare la loro curiosità  sia attraverso esperimenti pratici, come la fabbricazione della carta riciclata sia  tramite  l’approfondimento dei linguaggi artistici e teatrali.

 

LABORATORI DI COSTRUZIONE E ANIMAZIONE PER ADULTI E BAMBINI

LABORATORI DI COSTRUZIONE E ANIMAZIONE PER ADULTI E BAMBINI

La fantasia incontra i saperi artigianali

gallery_01

gallery_01

 

Teatro di strada- Tricicloteca- Marionette in gamba- Tricloteatro

SPETTACOLI PER BAMBINI DI TEATRO DI FIGURA

SPETTACOLI PER BAMBINI DI TEATRO DI FIGURA

Burattini, Marionette, Ombre e Pupazzi

Teatro di burattini

Teatro di burattini

Spettacoli di burattini per bambini

Laboratorio di burattini in Piazza dei Colori

Laboratorio di burattini in Piazza dei Colori

Rici-Carta- Laboratori di riciclo

Rici-Carta- Laboratori di riciclo

Laboratorio sulla lavorazione della carta riciclata

Con semplici gesti e un telaio di legno ogni bambino  realizzerà un foglio di carta personalizzato, mescolando alla carta di giornale macerata, altri ingredienti magici come foglie, semi, paglia, fili, coriandoli.

Il laboratorio è preceduto dallo spettacolo L’uomo Mangiacarta  che ci farà riflettere sull’importanza di ridurre i consumi di carta anche se riciclata.

Oggettivamente- Laboratori di riciclo

Oggettivamente- Laboratori di riciclo

Laboratorio sulla drammatizzazione di storie con oggetti d’uso quotidiano

Il laboratorio si propone di esplorare le caratteristiche materiali e simboliche degli oggetti e di scoprirne, sotto forma di gioco, la portata teatrale e drammaturgica.

Il teatro di oggetti trasforma le cose che accompagnano la nostra quotidianità in personaggi, scenografie e azioni, dando vita a nuove storie o rivisitando quelle note.

Il riutilizzo degli oggetti permette anche una riflessione sull’importanza del riciclo e della trasformazione di ciò che ci circonda in qualcosa di nuovo e creativo.

Laboratori pupazzi- Pupazzi da Slegare

Laboratori pupazzi- Pupazzi da Slegare

Laboratorio sulla costruzione di pupazzi in gommapiuma e stoffa

Questo materiale molto usato nel teatro di figura a partire dalla metà del ‘900 ha dato vita a nuove forme di pupazzi e a particolari tecniche di animazione come quella dei pupazzi con bocca mobile animati a vista, i famosi Muppets di Henson , le figure giganti usate nel teatro di strada come quelle del Bread and Puppet ecc.

Vista la versatilità di questo materiale e la facilità con la quale si può scolpire (gommapiuma in blocchi) o modellare (gommapiuma in fogli) è importante che un burattinaio impari ad usarla, poiché potrebbe esser utile per costruire delle figure leggere e di grandi dimensioni, degli oggetti di scena o dei particolari personaggi che aprano e chiudano la bocca.

Laboratorio burattini- Il Segreto di Pulcinella

Laboratorio burattini- Il Segreto di Pulcinella

Laboratorio sulla costruzione di burattini giocattolo

Questo tipo di burattino a bastone deriva da un antico giocattolo un tempo molto diffuso a Napoli.

Soprattutto durante il carnevale giravano per le strade degli ambulanti che vendevano queste figure di Pulcinella, dette cuoppi, termine che in dialetto significa “cartoccio”.

Infatti, il cono di cartone che fa da corpo-teatrino al burattino ricorda quello dei venditori che in questi cartocci di carta servivano alcuni alimenti come la frutta, le castagne, le granaglie, i dolciumi .

Per la realizzazione di questo burattino si utilizzeranno materiali e procedimenti semplici: un cono di cartone farà da sostegno al corpo in stoffa del personaggio, con un sughero dipinto o una pallina di legno dipinti se ne otterrà la testa, mentre un bastoncino di legno permetterà di sostenere e muovere il burattino e di farlo comparire e scomparire all’interno del cono.

Coni per tutti i gusti LABORATORIO DI COSTRUZIONE DEI BURATTINI A CONO

Coni per tutti i gusti LABORATORIO DI COSTRUZIONE DEI BURATTINI A CONO

Laboratorio sulla costruzione del burattino a cono

Il burattino a cono, grazie alla semplicità di realizzazione e manipolazione, si rivela uno strumento utile per lo sviluppo della manualità e della creatività del bambino.

Una volta creato un personaggio verrà naturale usarlo per inventare piccole scenette, per dare voce alla fantasia e al proprio mondo interiore.

Animali da Compagnia- laboraotorio sulla costruzione di pupazzi

Animali da Compagnia- laboraotorio sulla costruzione di pupazzi

Laboratorio sulla costruzione di pupazzi con materiali di recupero

Il laboratorio è dedicato alla costruzione e all’animazione di animali con bocca mobile.

La loro realizzazione prevede l’uso di materiali semplici e di procedimenti tecnici piuttosto veloci.

Si tratta infatti di modellare, su una base di cartone a forma di ciabatta, la carta di giornale stropicciata in modo da creare i volumi e definire la forma del muso dell’animale.

La carta, fissata con piccoli pezzi di scotch carta, sarà alla fine rivestita con ritagli di giornale e colla di farina.

Una volta asciugata, la testa del’animale verrà dipinta con gli acrilici e decorata con l’aggiunta di bottoni, pezzi di pelle colorata, pelliccia sintetica ecc.

Il corpo non sarà altro che un pezzo di stoffa a forma di cilindro nel quale si infilerà il braccio durante l’animazione.

A questo punto il nostro animale è pronto per giocare con noi e tenerci compagnia.

Ombre della Ribalta- Laboratori teatro ombre

Ombre della Ribalta- Laboratori teatro ombre

Laboratorio sul teatro delle ombre

Nel teatro delle ombre la materia viene esplorata in base  alle sue proprietà rispetto ad una fonte di luce (opacità, trasparenza, colore etc.), al fine di creare un linguaggio visivo fatto di proprie regole e convenzioni.

Le dimensioni delle sagome (o del corpo) possono ad esempio indicare la posizione di una figura nello spazio (vicino o lontano), stabilire le sue proporzioni fisiche (piantina o albero secolare, piccola barca o nave da crociera etc.) e la sua statura (bambino o adulto), suggerire un cambio di “inquadratura” (figura intera o dettaglio, primo piano di un volto o di un oggetto etc.), e inoltre connotare positivamente o negativamente un personaggio (un mostro, un orco, saranno probabilmente di proporzioni gigantesche).

Con mezzi semplici come una lampada, uno schermo, delle sagome e degli oggetti, si può dunque dar vita a figure suggestive capaci di muoversi, parlare e trasformarsi. I bambini vengono guidati nella realizzazione delle sagome di cartone e nell’utilizzo di forme e materiali capaci di  interagire con la fonte di luce (plastica colorata, oggetti traforati, pizzi, vetrini), allo scopo di creare brevi messe in scena drammatizzare piccole storie.

Mani in Alto! Costruzione burattini a guanto

Mani in Alto! Costruzione burattini a guanto

Costruzione burattini a guanto

Il burattino a guanto è capace di una straordinaria immediatezza espressiva.

Il corpo di stoffa che viene appunto indossato come fosse un guanto dalla mano dell’animatore, acquista vita grazie a semplici ma accurati  movimenti.

Per realizzare la testa, elemento che caratterizza il personaggio sia fisicamente che caratterialmente, si possono utilizzare varie tecniche di modellazione come quella della pasta di legno ( colla e segatura) o quella più semplice della carta di giornale, nastro adesivo e carta paglia.

Durante il laboratorio i partecipanti realizzeranno un loro burattino e apprenderanno la grammatica base dell’animazione per dare vita a brevi storie.

Rompiamo le Scatole! Laboratorio di figure animate

Rompiamo le Scatole! Laboratorio di figure animate

Laboratorio di costruzione di figure animate con materiali riciclati

Attraverso il recupero, la trasformazione e l’assemblaggio di materiali di scarto (scatole di cartone, vecchie riviste, giornali, sacchetti colorati, contenitori, tappi e altro) i bambini saranno stimolati ad usare la loro creatività e fantasia per creare pupazzi, burattini, maschere e oggetti animati.

Oltre a sviluppare le loro capacità manuali i bambini scopriranno come si può dare nuova vita a materiali che ogni giorno gettiamo nella spazzatura.

Fiabe alla Rovescia- Laboratori teatrini e pop-up

Fiabe alla Rovescia- Laboratori teatrini e pop-up

Laboratorio sulla costruzione di teatrini e figure pop-up

Sagome a due dimensioni, fondali colorati e piccoli teatrini pop-up in cui rappresentare tutte le storie che si vogliono: questi sono gli ingredienti del nostro laboratorio di teatro di carta.

A partire da un semplice foglio, attraverso gesti elementari come ritagliare, disegnare, incollare, e con un minimo di cognizioni tecniche (movimento, parola, coordinazione), i giovani burattinai impareranno ad animare i loro attori di carta, creando veri e propri racconti in miniatura.

Oggetti scordati- Laboratori stumenti musicali

Oggetti scordati- Laboratori stumenti musicali

Laboratorio di costruzione di strumenti musicali con materiale di recupero

Utilizzando i materiali di recupero cercheremo di sensibilizzare i giovani partecipanti verso un’idea di uso critico delle risorse umane ed energetiche stimolando al tempo stesso la loro creatività e manualità.

Il laboratorio prevede la costruzione di diversi strumenti musicali da suonare e utilizzare per la creazione di una o più composizioni collettive.

Favole di Carta- Laboratorio su teatro di carta

Favole di Carta- Laboratorio su teatro di carta

Laboratorio sul teatro di carta

Il laboratorio si propone di esplorare i linguaggi del teatro di figura, attraverso la tecnica del teatro di carta, particolarmente adatta alle abilità manuali dei bambini poiché basata sul disegno, il collage, il ritaglio di vari tipi di carta e cartoncino e l’assemblaggio con la colla.

In questo mondo bidimensionale il bambino è stimolato a mettere in gioco le proprie capacità di sintesi, astrazione e simbolizzazione della realtà. Inoltre le figure animate gli permettono di dare vita con particolare immediatezza a diverse tipologie di personaggi caratterizzati nella forma, nel linguaggio, nel timbro di voce e nel movimento.

Questo percorso che unisce manualità e narrazione crea la premessa ad una ricezione attiva nei confronti delle storie e stimola l’immaginazione alla ricerca di nuove forme per raccontare e raccontarsi.

Burattini a guanto e ombre- Vita, Sogni e Miracoli del Signor P

Burattini a guanto e ombre- Vita, Sogni e Miracoli del Signor P

Il Signor P, sempre alle prese con le faccende del viver quotidiano, se la deve vedere con un furioso proprietario di casa che reclama la retta dell’affitto, con una moglie petulante che gli affida ogni tipo di faccenda domestica e come se non bastassero le avversità di questo mondo, ci si mette anche l’aldilà a complicargli l’esistenza.
Lo spettacolo prende le mosse da una rilettura della tradizione delle guarattelle napoletane e della figura di Pulcinella, suo indiscusso protagonista, per mettere in scena un copione originale capace di trattare questioni che catturano l’interesse degli spettatori di oggi.
All’interno del carro-baracca lo spazio scenico si dilata, offrendo così maggiori possibilità di animazione del burattio a guanto, e i linguaggi del teatro di figura si mescolano: accanto alle teste di legno compaiono le sagome del teatro d’ombre, che creano atmosfere oniriche.

Il coinvolgimento dei bambini è garantito dal ritmo incalzante tipico delle guarattelle e dall’irresistibile comicità di Pulcinella.

Quello degli adulti, dalla sottile riflessione sul labile (e a volte assurdo) confine che separa i sogni dalla realtà.

scheda-vita-sogni-e-miracoli-del-signo-p

 

Un Triciclo carico di Teste di Legno- Animazione da strada

Un Triciclo carico di Teste di Legno- Animazione da strada

I burattini che fin da tempi remoti hanno eletto la strada a loro principale palcoscenico tornano ad animare le piazze e i vicoli a bordo di un vecchio triciclo.

Agili strutture colorate, piccole teste di legno e una fisarmonica sono quello che basta per trasformare il cassone del furgoncino a pedali in un vero e proprio teatro ambulante e richiamare attorno a sé il pubblico incuriosito.
Uno spettacolo modulare, capace di adattarsi alle diverse situazioni e di spaziare dalla tradizione delle marionette a tavoletta a quella dei cantastorie e dei guarattellari napoletani.
Un modo originale di riproporre queste forme di spettacolo popolare ancora capaci di grande forza comunicativa e di poeticità.

Durata variabile : 1 ora e mezza circa (possibilità di fare vari interventi di circa 20 minuti)

Pulcinella e Il Posto Privato- Spettaocolo di burattini

Pulcinella e Il Posto Privato- Spettaocolo di burattini

Lo spettacolo delle guarattelle (piccoli burattini a guanto tipici della tradizione popolare napoletana) ha come indiscusso protagonista Pulcinella, anti-eroe ribelle e irriverente continuamente alle prese con le difficoltà del vivere quotidiano.
La sua condotta anarchica e libertaria è destinata a scontrarsi con la rigidità dei poteri costituiti (leciti e no), incarnati dal prepotente guappo Don Pasquale Finizio, dall’autoritario e ottuso carabiniere Michele Zampiglione, dal pomposo e ipocrita Padre Braciola, dal servile e insensibile boia.
La ribalta del teatrino diventa così uno specchio che riflette la società (la nostra come, in fondo, quella di qualunque epoca e latitudine), e Pulcinella, tra burle, motti di spirito e situazioni grottesche, assurge a simbolo universale di un’umanità maltrattata ma combattiva e, alla fine, trionfante.

il-posto-privato-scheda

 

Pulcinella e Il Cane- Spettacolo per bambini

Pulcinella e Il Cane- Spettacolo per bambini

Lo spettacolo delle guarattelle (piccoli burattini a guanto tipici della tradizione popolare napoletana) risale al XVI secolo. Se esso ci parla ancora oggi è in gran parte grazie all’ambigua maschera di Pulcinella e alle sue imprese.
Carattere pavido e indolente, e tuttavia a suo modo nobile ed eroico, Pulcinella è continuamente chiamato, suo malgrado, a lottare contro forze a lui ostili: egli affronta l’aggressività del cane Cacciuttiello, contrasta la prepotenza del guappo, Don Pasquale Finizio, addirittura riesce a farsi beffe della Morte.
Gli avversari di Pulcinella sono però a ben guardare lo specchio in cui si riflettono le paure inconfessate e gli istinti primordiali di noi tutti.
Lo spettacolo assume così il carattere di un rituale, in cui l’uomo-burattino ripercorre le tappe della nascita, della morte e della rinascita.
Un ritmo incalzante scandisce l’azione, ogni gesto è sottolineato dal suono, mentre il timbro inconfondibile della voce di Pulcinella viene ottenuto con la pivetta, una lamella d’argento che si posiziona sotto l’ultima arcata del palato (e si ripone a lato della bocca per dare voce agli altri personaggi).
L’acquisizione di questa tecnica costituisce la parte più difficile nell’apprendistato dell’arte delle guarattelle, e in passato era un vero e proprio segreto di mestiere.

pulcinella-e-il-cane

Pinocchio senza stivali e il Grillo Danzante- Spettacolo di marionette

Pinocchio senza stivali e il Grillo Danzante- Spettacolo di marionette

Una menzognera rivisitazione delle avventure di Pinocchio
con burattini, marionette a filo e a tavoletta, ombre e oggetti animati.

E se Pinocchio, invece di diventare un bambino restasse una marionetta di legno?
Come andrebbe a finire la sua avventura?

Il burattino di collodiana memoria, messo alle strette dalla fata Turchina, che vorrebbe fare di lui bambino perbene, fugge sul più bello dalla sua novella per tentare di cambiare il proprio destino.
Fa irruzione nelle fiabe classiche, da Cappuccetto Rosso a Cenerentola, fino al Gatto con gli stivali, per trovare una parte da attore, ma nessuno dei personaggi sembra disposto a concedergliela e a sovvertire così, l’ordine delle loro trame consolidate.
A differenza del Pinocchio con gli stivali di Malerba, a cui viene fatto un esplicito omaggio, il nostro Pinocchio, indisciplinato e utopista, non si arrenderà neanche al mondo rigido e conservatore delle fiabe e pur di non diventare un ragazzino in carne ed ossa, stravolgerà dall’interno le sue avventure, concretizzando in parte il sogno di Geppetto che voleva fare di lui un burattino giramondo capace di ballare, saltare, tirare di scherma e fare i salti mortali.

Lo spettacolo rivisita in chiave ironica la storia di Pinocchio, utilizzando in maniera originale le diverse forme del teatro di figura, dagli oggetti animati alle marionette a tavoletta.

Durata: 60 minuti – per teatri, sale e spazi chiusi.

scheda-pinocchio-senza-stivali

scheda-pinocchio-senza-stivali scheda-pinocchio-versione-strada

Milli, una Mucca al circo.. Teatro di ombre

Milli, una Mucca al circo.. Teatro di ombre

La storia della mucca Milli ci racconta, attraverso il linguaggio poetico e suggestivo delle ombre colorate, il mondo del circo tradizionale fatto di acrobazie, abilità e divertimento, ma anche di sfruttamento e sofferenza per gli animali che ne fanno parte.

La nostra Milli, dopo una prima infatuazione per le mirabolanti acrobazie di Bob il cane funambolo, per la destrezza di Gisella, la foca giocoliera e per la forza di Dante l’elefante, scoprirà, anche grazie ai racconti di Agostino il pappagallo, i retroscena meno nobili del mondo circense .

La coraggiosa Milli guiderà, così, la fuga degli amici animali, sottraendoli alle grinfie di un domatore senza scrupoli, interessato soltanto al suo profitto.

Lo spettacolo cerca di sensibilizzare il pubblico dei bambini più piccoli nei confronti delle privazioni a cui sono costretti gli animali del circo.

scheda-spettacolo-milli

Marionette in Gamba

Marionette in Gamba

Uno spettacolo che riporta in vita la forma più antica di teatro di figura, quella dei bagattellari ambulanti.

In epoca medievale questi artisti si esibivano nelle piazze e nelle strade, attirando un folto pubblico a cui vendevano il loro sapere e la loro astuzia.

A destare lo stupore degli spettatori era, ed è ancora, la tecnica ingegnosa con la quale il burattinaio fa danzare i suoi pupazzi eseguendo contemporaneamente brani di musica popolare.

Egli infatti, essendo impegnato a suonare, non può manovrare i fili dei suoi fantocci con le mani, ed è quindi costretto a servirsi solo di una gamba che, muovendosi a tempo di musica, conferisce al ballo dei pupazzi andamenti che sfidano le leggi di gravità e gesti che sfiorano il grottesco.

Il repertorio di questo singolare concerto-spettacolo spazia dalle tarantelle tradizionali del sud Italia, ai “balli staccati” – monferrina, saltarello, giga – tipici della musica dell’area settentrionale, fino ai balli di coppia come valzer e mazurche.

scheda-marionette-in-gamba

La Zuppa di Sasso- Speattacolo di muppet

La Zuppa di Sasso- Speattacolo di muppet

Lo spettacolo, liberamente tratto da Una zuppa di sasso di Anais Vaugelade, vuole mettere in risalto, attraverso l’utilizzo di grandi animali in stoffa, come la semplice condivisione di un piatto di minestra possa permettere di valicare le barriere della diffidenza, del pregiudizio e dell’individualismo, facendo incontrare sconosciuti o acerrimi nemici.
Una metafora che a partire dallo scambio di cibo indaga le forme del pregiudizio, della discriminazione e apre le porte ad una convivialità scevra di paure e piena di solidarietà.

la-zuppa-di-sasso-scheda-tecnica

Storie per teatrino a bretelle. I tre consigli

Storie per teatrino a bretelle. I tre consigli

Un vendi-storie ambulante con in spalla un teatrino a bretelle si ferma nelle piazze e nelle strade per raccontare le fiabe della tradizione toscana, con il loro gusto per la beffa, gli sfondi rurali, i personaggi ironici, i finali spesso amari.

La tradizione dei cantastorie è all’origine di questo spettacolo, che mescola narrazione e teatro di figura: il narratore diventa anche il manipolatore delle piccole marionette a filo, degli oggetti in miniatura, delle sagome di carta e dei fondali scorrevoli che popolano il teatrino.

serafino-e-storie-a-bretelle

“Lupus in Fabula”- Teatro di carta

“Lupus in Fabula”- Teatro di carta

Cosa succederebbe ad una Cappuccetto Rosso un po’ svampita se nel bosco, invece del solito lupo, incontrasse sette nani fannulloni che la obbligano a lustrare la casetta di marzapane?
Oppure se un principe azzurro fin troppo somigliante allo sposo di Biancaneve e Cenerentola le chiedesse la mano?
O ancora se la matrigna crudele, invidiosa della sua bellezza, volesse avvelenarla?
Insomma, che ne sarebbe di Cappuccetto Rosso se si imbattesse nei tranelli e nei cattivi di tutte le fiabe?

Seguendo le bizzarre vicende delle figure di cartone che popolano questo teatrino, sembra di sbirciare dietro le quinte dell’immaginazione, nel luogo in cui è possibile scambiarsi i ruoli, andare incontro a destini diversi, dare vita a nuove trame.
E’ qui, in questo spazio soltanto, che ai bambini – e spesso anche ai “grandi” – è concesso di manipolare la realtà in maniera creativa, (s)drammatizzando negli intrecci fiabeschi e nei loro personaggi le proprie paure, fissazioni, curiosità.

PROGETTI

+
L’ORSO CHE NON C’ERA

L’ORSO CHE NON C’ERA

+
CHI E’ BELLA?

CHI E’ BELLA?

+
U topi A

U topi A

+
Burattini sotto l’albero- Rassegna di spettacoli di teatro di figura

Burattini sotto l’albero- Rassegna di spettacoli di teatro di figura

+
Il Buco delle Emozioni

Il Buco delle Emozioni

+
La Gallinella Rossa

La Gallinella Rossa

+
Cinque Terribili suonati! spettacolo per pupazzi musicali e teatro d’ombre

Cinque Terribili suonati! spettacolo per pupazzi musicali e teatro d’ombre

+
Feste di compleanno con i burattini

Feste di compleanno con i burattini

+
L’uomo Mangiacarta- Spettacoli di carta e cartone

L’uomo Mangiacarta- Spettacoli di carta e cartone

+
Rassegna teatro di figura- spettacoli e laboratori

Rassegna teatro di figura- spettacoli e laboratori

+
L’uomo Mangia-carta Laboratori per bambini

L’uomo Mangia-carta Laboratori per bambini

+
Donne alla ribalta. Festival di teatri di figura al femminile

Donne alla ribalta. Festival di teatri di figura al femminile

+
Atelier-Teatrino di burattini di Piazza dei Colori a Bologna

Atelier-Teatrino di burattini di Piazza dei Colori a Bologna

+
Spettacolo di sabbia- ombre “L’anatra e la morte”.

Spettacolo di sabbia- ombre “L’anatra e la morte”.

+
Le Marionette in Gamba- Animazione compleanni

Le Marionette in Gamba- Animazione compleanni

+
La Triciclo-teca. Biblioteca a pedali

La Triciclo-teca. Biblioteca a pedali

+
Condomini animati. Spettacoli per bambini in cortili, giardini, tetti e palazzi

Condomini animati. Spettacoli per bambini in cortili, giardini, tetti e palazzi

+
Spettacolo di pupazzi- Muppet- La zuppa di Sasso

Spettacolo di pupazzi- Muppet- La zuppa di Sasso

+
L’Anatra e la morte- Disegni di sabbia

L’Anatra e la morte- Disegni di sabbia

+
Laboratori per bambini- Per fare tutto…ci vuole l’albero. Gli alberi tra natura, arte e teatro

Laboratori per bambini- Per fare tutto…ci vuole l’albero. Gli alberi tra natura, arte e teatro

+
LABORATORI DI COSTRUZIONE E ANIMAZIONE PER ADULTI E BAMBINI

LABORATORI DI COSTRUZIONE E ANIMAZIONE PER ADULTI E BAMBINI

+
gallery_01

gallery_01

+
SPETTACOLI PER BAMBINI DI TEATRO DI FIGURA

SPETTACOLI PER BAMBINI DI TEATRO DI FIGURA

+
Teatro di burattini

Teatro di burattini

+
Laboratorio di burattini in Piazza dei Colori

Laboratorio di burattini in Piazza dei Colori

+
Rici-Carta- Laboratori di riciclo

Rici-Carta- Laboratori di riciclo

+
Oggettivamente- Laboratori di riciclo

Oggettivamente- Laboratori di riciclo

+
Laboratori pupazzi- Pupazzi da Slegare

Laboratori pupazzi- Pupazzi da Slegare

+
Laboratorio burattini- Il Segreto di Pulcinella

Laboratorio burattini- Il Segreto di Pulcinella

+
Coni per tutti i gusti LABORATORIO DI COSTRUZIONE DEI BURATTINI A CONO

Coni per tutti i gusti LABORATORIO DI COSTRUZIONE DEI BURATTINI A CONO

+
Animali da Compagnia- laboraotorio sulla costruzione di pupazzi

Animali da Compagnia- laboraotorio sulla costruzione di pupazzi

+
Ombre della Ribalta- Laboratori teatro ombre

Ombre della Ribalta- Laboratori teatro ombre

+
Mani in Alto! Costruzione burattini a guanto

Mani in Alto! Costruzione burattini a guanto

+
Rompiamo le Scatole! Laboratorio di figure animate

Rompiamo le Scatole! Laboratorio di figure animate

+
Fiabe alla Rovescia- Laboratori teatrini e pop-up

Fiabe alla Rovescia- Laboratori teatrini e pop-up

+
Oggetti scordati- Laboratori stumenti musicali

Oggetti scordati- Laboratori stumenti musicali

+
Favole di Carta- Laboratorio su teatro di carta

Favole di Carta- Laboratorio su teatro di carta

+
Burattini a guanto e ombre- Vita, Sogni e Miracoli del Signor P

Burattini a guanto e ombre- Vita, Sogni e Miracoli del Signor P

+
Un Triciclo carico di Teste di Legno- Animazione da strada

Un Triciclo carico di Teste di Legno- Animazione da strada

+
Pulcinella e Il Posto Privato- Spettaocolo di burattini

Pulcinella e Il Posto Privato- Spettaocolo di burattini

+
Pulcinella e Il Cane- Spettacolo per bambini

Pulcinella e Il Cane- Spettacolo per bambini

+
Pinocchio senza stivali e il Grillo Danzante- Spettacolo di marionette

Pinocchio senza stivali e il Grillo Danzante- Spettacolo di marionette

+
Milli, una Mucca al circo.. Teatro di ombre

Milli, una Mucca al circo.. Teatro di ombre

+
Marionette in Gamba

Marionette in Gamba

+
La Zuppa di Sasso- Speattacolo di muppet

La Zuppa di Sasso- Speattacolo di muppet

+
Storie per teatrino a bretelle. I tre consigli

Storie per teatrino a bretelle. I tre consigli

+
“Lupus in Fabula”- Teatro di carta

“Lupus in Fabula”- Teatro di carta

FOTO

Atelier e Teatrino stabile di Piazza dei Colori
 

 Spettacoli di burattini tradizionali- Le guarattelle napoletane

Spettacoli di strada- Marionette in musica- Triciclo Teatro

TEATRO DI BURATTINI

 L’ASSOCIAZIONE TEATRINO A DUE POLLICI

Nell’ottobre del 2009, in seguito alla partecipazione al bando indetto dal settore Cultura del Comune di Bologna per la concessione di spazi per attività culturali, l’Associazione Teatrino a Due Pollici ottiene una sede in Piazza dei Colori 23 a-b, attuale Atelier e Teatrino stabile della Compagnia.

La convenzione prevedeva che per i primi quattro anni non ci fosse nessun canone d’affitto da versare, poichè l’Assocazione si impegnava a sostenere i costi di ristrutturazione dei locali in questione, dal quinto anno stiamo versando una quota scontata, pari a 903,8 euro l’anno.

In allegato troverete la relazione sulle attività svolte tra il 2012 e 2013, il bilancio consuntivo2013 e la convenzione attualmente in corso:

 

Contatti

Teatrino a Due Pollici
piazza dei Colori 23 A-B – (già via Mattei)
Bologna

cell. +39-328-0379986
—————————————
Contatti:
info@teatrinoaduepollici.it
teatrinoaduepollici@gmail.com
Facebook Teatrino a due Pollici
—————————————